Il diritto alla personalizzazione del danno va provato dal danneggiato
La Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 15085 del 31 maggio 2019, torna a pronunciarsi in tema di c.d. “personalizzazione” del danno non patrimoniale, ossia quella somma ulteriore che, in presenza di lesioni fisiche da cui siano derivati postumi invalidanti, può essere riconosciuta al danneggiato nell’ipotesi in cui il pregiudizio sofferto risulti superiore alla media.
Il problema del profilo di responsabilità nell’era 5G
L’avvento del 5G ha catapultato l’intera umanità in una realtà virtuale interconnessa fatta di telefoni, case, auto, uffici in grado di dialogare tra di loro grazie a un satellite che ha il potere di trasformare in atto la volontà dell’uomo, senza un vero intervento fisico da parte sua.
ENTE PROPRIETARIO DELLA STRADA ED OBBLIGO DI SORVEGLIANZA – GUARD-RAIL DIFETTOSO E PRIVO DI MANUTENZIONE
Con l’ordinanza del 27.02.2019 n. 5726, la Corte di Cassazione si è occupata nuovamente della questione relativa alla responsabilità dell’Ente proprietario della strada in caso di incidente stradale per guard-rail difettoso e privo di manutenzione sulla condotta concreta dell’Ente proprietario della strada ai fini dell’accertamento della responsabilità per un sinistro stradale avvenuto per attraversamento di animali selvatici.
RISARCIMENTO DEL DANNO MATERIALE: CONGRUITA’ DELL’OFFERTA E LIMITE DELL’ INGIUSTIFICATO ARRICHIMENTO RIGUARDO VEICOLO IN LEASING
Con le sentenze del Tribunale di Ferrara n. 1168/2011 e della Corte di Appello di Bologna n. 3149/2019, la giurisprudenza consolida il pacifico orientamento in ordine alla questione relativa alla congruità dell’offerta corrisposta dalla Compagnia di assicurazione ed alla indebita integrazione del risarcimento qualora questa richiesta si palesi una occasione di locupletazione del danneggiato.